5 istruttori in palestra che non vorresti MAI incontrare… e, invece, incontri sempre!

IL COREOGRAFO MANIACALE

Pantacollant e fascetta in testa obbligatori se volete partecipare alle sue lezioni. Coreografia e gestualità da far invidia anche ai migliori ballerini dei video di Jennifer Lopez. Già al riscaldamento vi siete persi ma con aria disinvolta fate finta di allacciarvi le scarpe o cercate sostegno nel vostro vicino di step… ma la musica con l’ultima hit a tutto volume vi farà fare solo gesti insensati.
Prepara la lezione nel minimo dettaglio, ma dopo 30 minuti l’unico che riesce a seguirlo è Gianni Sperti!

IL COMPETITIVO

Vincitore del giro d’Italia e squalificato per doping, l’anno successivo decide di andare ad insegnare spinning. Si presenta con: maglia rosa, pantaloncini ben abbinati e scarpe con tacchetti che bucano metà palestra durante il suo passaggio. Durante le sue lezioni è vietato assumere acqua minerale, ed è invece obbligatorio utilizzare per più di metà lezione resistenze da pendenza appenninica. Esito: 5 disidratati e 3 feriti per la scelta della bike migliore.

LA “JANE FONDA” MODERNA

Fan dei primi video di ginnastica aerobica cerca di riportare l’allenamento degli anni 90 ai giorni nostri . Non usate parole come ”fitball” o ”rubberband” altrimenti penserà che la stiate insultando! L’unico tool che vi farà utilizzare è il tappetino. Usciti dalle sue lezioni, nonostante il calo di autostima per la vostra scarsa mobilità articolare avrete imparato sicuramente l’alfabeto numerico in inglese.

IL TRONISTA

Uscito dal programma di Maria de Filippi, dopo aver sperperato tutti i soldi guadagnati grazie alle serate nei locali, ritira fuori il brevetto da personal trainer preso in Parrocchia. Maglietta XS, capellino gelatinato, e petto ben in vista, crea schede solo alle donne e probabilmente vi inizierà a seguire solo quando gli presenterete vostra cugina o se avete almeno 150k followers su Instagram.

L’ALLENATORE “FUNZIONALE 

Sul programma delle lezioni probabilmente leggerete “Functional Circuit Training” ma poi vi ritroverete a sollevare ruote di camion, corde navali da 10 kg  e fare salti sopra le macchine. Ogni tanto con la sua ottima capacità dialettica vi consiglierà esercizi per addominali alti o bassi e soprattutto vi spiegherà come smaltire l’acido lattico del giorno dopo.  L‘unica fortuna che potreste avere è quella di non avere il multipower in palestra altrimenti vi darebbe come esercizio “funzionale” anche lo squat li.