Kale: il nuovo superfood e i diversi modi per cucinarlo!

Kale: cosa è e perché se ne se sente tanto parlare. Scopriamo l’ortaggio da portare in tavola, con tante proprietà vitaminiche e pochissime calorie.

Il kale, ortaggio a molti sconosciuto, si trova ad essere parte della famiglia di cavolfiori e broccoli. In Toscana viene chiamato il “cavolo nero”, in Puglia il “cavolo riccio”, mentre negli Stati Uniti è meglio conosciuto come il “dino-kale”, dalla somiglianza che quest’ultimo avrebbe con la pelle di dinosauro.

Cambia Il nome con cui lo si chiama, come l’ampiezza delle sue foglie e il colore, ma il gusto del kale è sempre lo stesso.

Diventato il superfood di tutte le diete, soprattutto tra quelle seguite dalle star di Hollywood, per le sue strepitose proprietà antiossidanti

Il kale cavolo è ricco di antiossidanti – contiene vitamina A, C, B6 e vitamina K – è un antinfiammatorio, ricchissimo di fibre e cosa ancora più importante da un grandissimo senso di sazietà. Oltre ad essere uno dei migliori alimenti antiossidanti il kale sarebbe famoso anche per le sue doti antidepressive. E se siete amanti dei cibi amarognoli, il kale fa al caso vostro.

Come cucinarlo? Smokey o centrifugati ma anche crudo nell’insalata, per tenersi in forma con la giusta quantità di vitamine e sali minerali.

Il periodo migliore per trovare il kale è l’inverno. Questo ortaggio sarebbe già buono in autunno ma dà il meglio di se proprio nella stagione invernale, dopo le prime gelate che ne inteneriscono le foglie rendendole più saporite.

Viene chiamato cavolo ma per sapore, consistenza ed odore non ha niente a che vedere con il cavolo che conosciamo. Il kale ha infatti un gusto leggermente amarognolo per cui va affiancato ad alimenti che ne smorzano il tono.

Ecco alcune ricette light a tutto benessere con il “kale” per pasti veloci e gustosi.

Partiamo dalla classica e nota “insalatona” per pranzo. Potete mischiare il kale con la lattuga romana o iceberg, radicchio, rucola, melograno e salmone. Da condire con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e limone.

Per chi di noi non vuole rinunciare ai carboidrati la pasta al kale è semplice e veloce da preparare. Ingredienti: pecorino, olio d’oliva, peperoncino secco, sale e aglio. Tagliate le foglie a tocchetti e lasciatele lessare per una decina di minuti prima di aggiungere la pasta nella stessa acqua, cucinandola insieme al kale. Intanto grattugiate il pecorino e preparate il soffritto – con olio, aglio e peperoncino – dove andare a ripassare la pasta una volta scolata. Sul finire aggiungete il pecorino e avrete un buonissimo pasto salutare e sfizioso.

Come merenda, certo insolita ma un concentrato di benessere

Staccate con le mani le parti grandi della foglia del kale e posatele in un ciotola capiente, dopo di che mescolate e massaggiate tutte le foglie con un filo d’olio, pepe e cipolla disidratata, assicurandovi in questo modo che ogni singola foglia contenga lo stesso contenuto di condimento. Stendete tutte le foglie, separate una dall’altra, in una grande teglia da forno, e infornate in modalità grill. Come pausa merenda sono leggerissime dandoti la giusta sazietà.

M anche come focaccia! Preparate l’impasto con farina di tipo 2 e farina integrale. Fate lievitare la pasta per almeno due/ tre ore, utilizzando lievito madre e una volta stesa la pasta sulla teglia, spennellate con un goccio d’olio e mettete in forno per 10 minuti. Passati i quali tirate fuori il vostro impasto e lasciatelo raffreddare. Intanto preparate il condimento della focaccia: spezzate la foglia del kale, comprendendo anche le foglioline più piccole. Per mantenere le foglie morbide, saltatele in padella con un tocchetto di burro, aggiungete sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti. Quando il kale è pronto, aggiungete dei funghi, distribuite il condimento sull’intera focaccia e rimettete in forno per 8 minuti a 180° gradi.

E per un centrifugato detox: frullate foglie di kale lavate e tagliate a pezzetti, succo di limone, un cucchiaio di miele per dolcificare e mezzo bicchiere di acqua calda.

Dove si può acquistare il kale e come conservarlo?

Non c’è una grandissima tradizione di agricoltura per quanto riguarda questo tipo di ortaggio. Coltivato nel sud d’Italia, e più precisamente in Puglia a Bari, lo possiamo trovare negli scaffali dei reparti BIO. Da conservare in frigo e cucinare il prima possibile.

Gli antiossidanti di cui si caratterizza il kale agiscono oltre che all’interno, anche all’esterno del nostro fisico, aiutandoci ad avere una pelle tonica ed elastica. Ma lo sappiamo, mangiare bene non basta per cui non rinunciare al tuo benessere: porta in tavola il kale e dai il giusto spazio all’esercizio fisico. Con Fitprime puoi trovare il corso fitness che fa per te tra i tanti corsi proposti oggi in palestra.

Adotta uno stile di vita attivo e dinamico, scarica gratis l’App Fitprime!

POTREBBE INSERESSARTI ANCHE

Regali particolari Natale: quest’anno scegli quello giusto!

Manca ancora un mese a Natale… eppure già adesso la città comincia a riempirsi di luci, le vetrine dei negozi si decorano di rosso e dorato e tutti si cominciano …

READ MORE

Palestra in casa fai da te: ecco come crearla!

Volete fare sport e tenervi in forma, ma non avete né il tempo né la voglia di andare in palestra, allora perché non creare una piccola palestra in casa? Bike, …

READ MORE

Kale: il nuovo superfood e i diversi modi per cucinarlo!

Kale: cosa è e perché se ne se sente tanto parlare. Scopriamo l’ortaggio da portare in tavola, con tante proprietà vitaminiche e pochissime calorie. Il kale, ortaggio a molti sconosciuto, …

READ MORE