Il giusto equilibrio tra allenamento aerobico ed anaerobico

Allenamento

Il giusto equilibrio tra allenamento aerobico ed anaerobico

di redazione Fitprime  - 

29/07/2022

Nell'ambito del Fitness uno dei temi più discussi tra i professionisti dell'allenamento e del movimento è quello relativo alla disputa che ruota intorno alla differenza tra l'allenamento aerobico e quello anaerobico.

Cerchiamo di fare un po' di chiarezza sulle due modalità di workout e su quali sono le loro caratteristiche.

1

L'allenamento aerobico

Si tratta di una tipologia di workout che prevede una durata ampia ed uno sforzo costante nel tempo, ma di bassa intensità. Ecco qualche esempio di allenamento aerobico: il ciclismo oltre i 400m, il nuoto libero e la maratona.

Nel praticare tale attività a livello chimico si ha un consumo di glucidi (grassi e carboidrati), i quali garantiscono all'organismo di sostenere uno sforzo prolungato. Ricordiamo che lo sforzo deve superare i 4/5 minuti, altrimenti si rimane in quella che viene definita soglia anaerobica.

workout ragazze<br>

2

L'allenamento anaerobico

Un workout anaerobico prevede un altissimo sforzo ed una durata di tempo limitata. Esempi classici di questo tipo di allenamento sono: i 100 m nell'atletica leggera, il Body building nel Fitness e la pesistica olimpionica.

Durante la pratica di questa attività il corpo sfrutta il glicogeno muscolare (la scorta di carboidrati contenuti nei muscoli), che permette di garantire una resa massima nel breve termine.

workout

3

Come scegliere l'allenamento più adatto

Nello scegliere quale tipo di allenamento possa essere il più adatto per il nostro fisico e gli obiettivi che vogliamo raggiungere è necessario tenere in conto diversi fattori. 

Non siamo tutti uguali ed ognuno è sportivo a modo suo, ad esempio un atleta ha esigenze e capacità diverse rispetto ad un amatore.

Bisogna prendere in considerazione quali sono le nostre caratteristiche fisiche: età, altezza, peso, capacità motorie, patologie fisiologiche e biomeccaniche.

Inoltre bisogna tener conto di quale è la motivazione che ci spinge a praticare un' attività fisica.

4

Un match delle due soluzioni

Nel mondo del Fitness l'allenamento aerobico e l'allenamento anaerobico hanno entrambi la loro rilevanza e possono essere integrati tra di loro al fine di creare una tipologia di workout completa ed efficace. In questo modo lo sportivo medio può avere un approccio all'attività fisica che tenga conto di tutti gli aspetti del suo benessere.

L'allenamento anaerobico può essere praticato in palestra con i pesi. Determina una preparazione a livello muscolare, utile per la prevenzione dagli infortuni, perchè va a lavorare su precisi distretti muscolari e le relative articolazioni, che di conseguenza si rafforzano.

L'allenamento aerobico può essere praticato con i pesi, ricordiamo infatti il workout funzionale ed il crossfit, ed anche a corpo libero (bici, corsa, nuoto). Determina una buona capacità di resistenza, utile per prevenire malattie cardiovascolari. Allenarsi ad uno sforzo prolungato ci aiuta anche ad affrontare le difficoltà della vita quotidiana.

workout happy<br>

Dunque la scelta migliore è quella di avere un giusto equilibrio tra entrambe le tipologie di allenamento. Durante il proprio percorso sportivo, variare attività ci permette di non bloccarci mai in una condizione di stallo, che sia essa positiva o negativa.

Porta il wellbeing nella tua azienda

autore

user