Corporate Wellbeing: Come Creare un Ambiente di Lavoro Positivo

welfare

wellbeing

Corporate Wellbeing: Come Creare un Ambiente di Lavoro Positivo

di Chiara Buongiorno  - 

03/01/2024

' di lettura

Il Corporate Wellbeing è un approccio olistico che promuove la salute fisica, mentale e emotiva dei dipendenti. In altre parole si tratta di un modo con cui le aziende possono prendersi cura del benessere generale delle proprie risorse. 

Ormai si sa, un dipendente felice è sinonimo di maggiore produttività. Proprio per questo i nuovi talenti sono alla ricerca di un datore di lavoro in grado di farli sentire sempre valorizzati e coinvolti. Dunque per diventare competitive sul mercato, le imprese non possono dimenticare di offrire loro un ambiente di lavoro positivo. L’ufficio è il luogo in cui una persona trascorre la maggior parte della propria giornata. Proprio in ottica di una buona strategia di Corporate Wellbeing è fondamentale che tale ambiente sia sano e accogliente.

In questo articolo ti aiutiamo a comprendere il vero significato del termine Corporate Wellbeing. Inoltre ti forniamo una serie di spunti con cui costruire un ambiente di lavoro positivo per le tue risorse.

1
Il significato del termine Corporate

La comprensione del vero significato del termine Corporate è fondamentale per gestire con successo un’organizzazione. In ambito aziendale, tale espressione si riferisce a una serie di aspetti e dimensioni legati alla gestione e all’immagine di un’azienda. Assume diversi significati in base al contesto in cui viene utilizzato. Vediamoli insieme: 

  1. .Corporate Governance: Si riferisce alle pratiche e alle strutture di gestione e controllo all'interno di un'azienda. Questo include la definizione dei ruoli e delle responsabilità dei dirigenti aziendali, dei consiglieri di amministrazione e degli azionisti, al fine di garantire una gestione efficace e trasparente dell'azienda.
  2. .Corporate Culture: Indica il sistema di valori, le norme comportamentali e l'etica che caratterizzano un'azienda. La cultura aziendale influenza il modo in cui i dipendenti si comportano, lavorano insieme e si identificano con l'azienda stessa.
  3. .Corporate Identity: Rappresenta l'immagine e l'identità visiva di un'azienda, inclusi il logo, il nome, i colori e il design dei materiali di marketing. L'identità aziendale è fondamentale per la creazione di un'immagine riconoscibile e coerente.
  4. .Corporate Strategy: Indica la pianificazione e l'approccio strategico di un'azienda per raggiungere i suoi obiettivi aziendali a lungo termine. Questo può includere decisioni relative a mercati target, sviluppo di prodotti, acquisizioni e partnership.
  5. .Corporate Finance: Si riferisce alle attività finanziarie di un'azienda, tra cui la raccolta di capitali, la gestione delle risorse finanziarie e la valutazione degli investimenti.
  6. .Corporate Branding: Riguarda la creazione e la gestione dell'immagine di marca di un'azienda attraverso campagne di marketing e comunicazione. Il corporate branding mira a costruire una reputazione positiva e a creare un legame emotivo con i clienti.
  7. .Corporate Communication: Indica le pratiche di comunicazione interne ed esterne di un'azienda, comprese le strategie di comunicazione con i dipendenti, i clienti, gli investitori e il pubblico in generale.

Dunque il termine Corporate denota l’aspetto formale e organizzativo di un’azienda, comprese le sue politiche, le sue operazioni e le sue relazioni con gli stakeholder.

wellbeing
2
Wellbeing: cosa si intende

La traduzione del termine Wellbeing si riferisce a un concetto di benessere totale, inteso dal punto di vista fisico, mentale e emotivo. Traslato nel mondo d’impresa, tale concetto rientra a pieno titolo nelle politiche di Welfare aziendale. Infatti con l’espressione Wellbeing aziendale si intendono le attività e le pratiche svolte da un’organizzazione per prendersi cura del benessere delle proprie risorse, un elemento chiave per il successo e la sostenibilità di un’azienda. 

Secondo l’Organizzazione mondiale del lavoro (ILO), adattare politiche di Wellbeing aziendale contribuisce a migliorare la produttività dei dipendenti di un’impresa. Infatti la qualità di vita di un lavoratore influisce in modo diretto sulla motivazione che esso impiega nello svolgimento delle proprie attività professionali. Ricordiamo che il luogo di lavoro rappresenta lo spazio nel quale una persona trascorre la maggior parte della giornata. Un ambiente sano e ben organizzato garantisce minore stress, oltre che una riduzione delle probabilità di infortunio. 

Una cultura d’impresa incentrata sul concetto di Wellbeing aziendale comporta tutta una serie di vantaggi: 

  1. .Aumento della produttività delle risorse
  2. .Migliore salute fisica ed emotiva tra i dipendenti
  3. .Facilità nel reclutare i talenti
  4. .Riduzione dei tassi di turnover e assenteismo

La mancanza di una buona strategia di Wellbeing porta con sé dei costi nascosti che possono far risentire in modo grave il bilancio aziendale. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche fondamentali per un programma di Corporate Wellness che può portare al successo aziendale: 

  1. .Realizzare un piano basato sulle reali necessità dei dipendenti
  2. .Proporre benefit che garantiscano il Work-life balance
  3. .Realizzare un piano accessibile a tutta la popolazione aziendale
  4. .Monitorare in modo costante la strategia e chiedere dei feedback ai dipendenti che ne usufruiscono
  5. .Aggiornare spesso le strategie

8 storie che raccontano come investire con successo nel benessere aziendale. SCARICA I CASE STUDY

Esistono una serie di iniziative che un’impresa può mettere in atto per occuparsi del Wellbeing dei propri dipendenti: 

  1. .Offrire un sostegno per la salute fisica: riguarda la buona salute del corpo, compreso il mantenimento di un peso corporeo sano, una dieta equilibrata, l’esercizio fisico regolare e il riposo sufficiente
  2. .Offrire un sostegno per la salute mentale e emotiva: riguarda la gestione dello stress, la resilienza emotiva, la consapevolezza di sé, la capacità di affrontare le sfide e la ricerca di un equilibrio tra mente e cuore 
  3. .Offrire la possibilità di crescere dal punto di vista professionale e personale: riguarda lo sviluppo delle abilità e dei talenti dei dipendenti e il loro senso di realizzazione nella vita. Infatti conoscere il proprio scopo e avere la sensazione di poter contribuire a qualcosa di più grande sono elementi essenziali per il Wellbeing
  4. .Offrire un ambiente di lavoro sereno e piacevole: riguarda soprattutto la possibilità di instaurare relazioni sociali positive e appaganti. Ciò include una comunicazione efficace all’interno dell’organizzazione e la presenza di empatia tra colleghi. Inoltre può riguardare anche l’accesso all’aria pulita, all’acqua potabile, a spazi verdi e a un ambiente di lavoro sicuro
  5. .Offrire un benessere finanziario: garantire ai dipendenti una sicurezza economica evita che possano vivere ulteriori forme di stress
ambiente di lavoro
3
Un ambiente di lavoro positivo come strategia vincente

La costruzione di un ambiente di lavoro positivo è un elemento chiave per le aziende che vogliono mettere in atto strategie di Wellbeing. Oltre a essere essenziale per garantire il benessere dei propri dipendenti, si rivela anche cruciale nella determinazione del successo aziendale. 

Vediamo insieme quali sono gli aspetti fondamentali da tenere in considerazione per offrire alle proprie risorse un ambiente di lavoro sano. 

E’ necessario che gli spazi all’interno degli uffici siano organizzati e disposti in modo da poter rispondere alle esigenze dei lavoratori. L’obiettivo è quello di permettere loro di lavorare nel massimo del comfort, per ottenere prestazioni ottimali. Bisogna sempre rispettare le norme di sicurezza imposte dalla legge, che si tratti di una fabbrica o di un ufficio. Nel primo caso è necessario valutare ogni eventuale rischio, con il fine di minimizzarlo. Nel secondo, invece, si possono implementare mobili ergonomici, come sedie imbottite e regolabili, adatte ai dipendenti che svolgono per tante ore la propria attività lavorativa davanti al computer. Inoltre ci si deve assicurare che l’ambiente di lavoro sia sempre pulito, secondo le norme igieniche previste dalla legge. 

Per offrire ai dipendenti un benessere completo, un’idea è quella di prevedere all’interno degli spazi lavorativi anche una zona dedicata al relax. 

Un ambiente di lavoro sano è contraddistinto dal rispetto reciproco: ogni singola risorsa deve essere messa nelle condizioni di esprimere le proprie opinioni, a prescindere dal ruolo che occupa nella gerarchia aziendale. Non può mancare poi una comunicazione chiara e costante. Va instaurato un clima di collaborazione. Infatti quando i lavoratori si sentono a proprio agio, coinvolti e rispettati, sono più propense a lavorare in team. Inoltre se sono liberi di esprimere le proprie idee, senza la paura di essere criticati, sono più propensi a essere innovativi. 

La possibilità di lavorare in un ambiente di lavoro sano diventa un motivo di attrazione per i talenti migliori, presenti sul mercato. Di conseguenza migliora la reputazione aziendale. Infatti le aziende che coltivano un ambiente di lavoro positivo sono molto competitive sul mercato. Ciò può comportare un maggiore successo commerciale a lungo termine. 

Ricordiamo anche che un ambiente di lavoro sano può contribuire a una maggiore sostenibilità e stabilità d’impresa, poichè le sue risorse sono più felici, motivate e impegnate a sostenere il successo dell’organizzazione. 

WELLBEING IN AZIENDA

Leggi come 8 aziende hanno investito con successo nel benessere dei dipendenti

autore

Chiara Buongiorno