Esercizi anticellulite: ecco i più efficaci per eliminarla!

esercizi anticellulite

Esercizi anticellulite: ecco i più efficaci per eliminarla!

La cellulite è uno degli inestetismi della pelle più comuni e fastidiosi – specialmente tra le donne – che fin dall’adolescenza finiscono col dichiarare guerra a questa acerrima nemica.

Eliminare al 100% la cellulite non è affatto semplice, ma ci sono tantissimi rimedi ed esercizi anticellulite che – combinati tra loro – aiutano a ridurre visibilmente la tanto odiata “pelle a buccia d’arancia“.

COS’É LA CELLULITE E COME SI FORMA

Per definizione, la cellulite è “un inestetismo della pelle che si manifesta con il famoso aspetto bucherellato a buccia d’arancia“. In verità non è un fattore puramente estetico, bensì un problema molto più profondo.

La cellulite nasce a livello del tessuto connettivo, sotto lo strato della pelle a causa di un accumulo di grassi. Quest’ultimo comporta un aumento delle cellule adipose, nonché un accumulo eccessivo di liquidi.

In particolare, la formazione della cellulite si deve ad un malfunzionamento del microcircolo (ossia della piccola circolazione) che, in risposta, intrappola acqua ed adipe.

esercizi anticellulite

Possiamo suddividere la cellulite in tre differenti stadi, classificati in base ad impatto estetico e gravità dell’accumulo adiposo.

  • – Primo stadio, cellulite edematosa: è lo stadio meno grave in cui si verifica un iniziale rallentamento – e dunque un leggero accumulo – di liquidi.
  • – Secondo stadio, cellulite fibrosa: l’accumulo di liquidi ed adipe è maggiore e comporta la formazione della “pelle a buccia d’arancia“.
  • – Terzo stadio, cellulite sclerotica: è la forma più grave di cellulite, che non impatta solo dal punto di vista estetico. In particolare, il tessuto cutaneo si presenta duro al tatto e produce fastidi e dolore.
Ma perché si forma la cellulite?

Tra i fattori più comuni che determinano la formazione della cellulite su glutei, fianchi, cosce e braccia troviamo:

  • – i livelli di alcuni ormoni: soprattutto nel periodo pre-mestruale e in caso di assunzione della pillola anticoncezionale, la cellulite è più evidente;
  • – la genetica: in molti casi la cellulite è semplicemente ereditaria;
  • – condizione di sovrappeso e obesità. Tuttavia non è sempre detto che quest’ultima sia una conseguenza diretta del sovrappeso;
  • scarsa attività fisica e stile di vita sedentario: l’assenza di movimento aumenta la possibilità di avere accumulo di tessuti adiposi;
  • abitudini alimentari scorrette, che non aiutano a ridurre la cellulite, al contrario la accentuano;
  • abbigliamento troppo stretto e da calzature troppo alte, che ostacolano la naturale circolazione sanguigna.

Dopo aver parlato delle cause, vediamo ora quali sono i possibili rimedi che possiamo adottare per ridurre gli inestetismi della cellulite.

L’ALIMENTAZIONE AL PRIMO POSTO NELLA LOTTA ALLA CELLULITE

Per poter rendere realmente efficaci gli esercizi anticellulite di cui ti parlerò a breve, è fondamentale lavorare – in primo luogo – sull’alimentazione, che dovrà essere equilibrata e soprattutto sana.

alimentazione anticellulite

A questo proposito, dovranno essere eliminati o comunque ridotti gli alimenti ipercalorici (dolci, fritti ed insaccati) in favore di fibre, vitamine e oligoelementi.

La cellulite è infatti un effetto di un’infiammazione sistemica del corpo: una dieta ricca di acidi grassi polinsaturi (Omega6) presenti ad esempio nei fritti, tende ad accentuare la condizione, ed ecco che risulta fondamentale il bilanciamento con alimenti ricchi di Omega3.

In tal senso, i cibi da consumare regolarmente sono quelli ricchi di acqua e di fibre: carne, pesce, uova, legumi, verdure cotte e frutta (come anguria ed ananas)… e non dimenticare di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.

Altro accorgimento utile per ridurre l’accumulo di cellulite è sicuramente quello di limitare le quantità di sale utilizzate per condire i cibi.

PASSANDO ALL’ATTIVITÀ FISICA… QUALI SONO I MIGLIORI ESERCIZI ANTICELLULITE?

Dopo l’alimentazione, un’altra regola per ridurre gli inestetismi della cellulite è fare tanto movimento. Praticare sport in modo costante permette di incrementare la massa muscolare, consumare calorie e ridurre la massa grassa in eccesso.

L’attività fisica migliore per cercare di ridurre la cellulite, è un’attività regolare ma non troppo pesante, che non vada a provocare microlesioni eccessive ai capillari. In questo senso sono ideali, ad esempio, le passeggiate a passo svelto, le nuotate nonché il cycling.

esercizi anticellulite

Se stai cercando un circuito di tonificazione che miri al rassodamento degli arti inferiori e comprenda i migliori esercizi anticellulite, puoi provare questo:

  • – squat;
  • – affondi;
  • – ponte per glutei;
  • – elevazione delle gambe su fianco alternato.

Esegui gli esercizi in sequenza per 3 serie, con 10 ripetizioni per lato ed un minuto di pausa tra una serie e l’altra.

SQUAT: COME SI ESEGUE E VARIANTI

Squat classico: si esegue in piedi, con gambe divaricate alla larghezza del bacino e le punte dei piedi rivolte leggermente verso l’esterno. Prima di partire assicurati che la schiena sia diritta, che le spalle non siano in tensione e che le scapole siano vicine tra loro.

A questo punto – mantenendo l’addome contratto – scendi verso il basso piegando le gambe e poi risali, effettuando una contrazione di entrambi i glutei alla fine del movimento. Ricorda che in fase di discesa le ginocchia non devono superare la punta dei piedi e non devono convergere verso l’interno. Inspira quando scendi ed espira in salita.

Mezzo squat: uguale allo squat classico nell’esecuzione, si differenzia per la fase di discesa. Infatti, per questa variante, è opportuno che le gambe siano piegate solo leggermente, senza arrivare il più possibile vicino al pavimento. Da qui, mezzo squat.

Sumo squat: la posizione di partenza prevede che le gambe siano posizionate alla massima ampiezza possibile, al fine di concentrare maggiormente il lavoro sull’interno coscia.

esercizi anticellulite

Le modalità di esecuzione sono pressoché simili allo squat tradizionale.

Jump squat: si parte dalla posizione di squat tradizionale, ma questa variante prevede che la risalita sia accompagnata da un salto esplosivo verso l’alto. Presta molta attenzione a quando scendi affinché le articolazioni di ginocchia e caviglie non subiscano sollecitazioni errate e, dunque, infortuni.

Per tutte le varianti, puoi rendere l’esercizio più difficoltoso ed intenso ricorrendo all’uso di cavigliere, elastici epesi.

AFFONDO: COME SI ESEGUE E VARIANTI

Così come lo squat, anche gli affondi rientrano tra i migliori esercizi anticellulite.

La posizione di partenza dell’affondo in avanti è in piedi, con le gambe tese ed unite, la schiena diritta e l’addome contratto. Fissa con lo sguardo un punto davanti a te e preparati ad eseguire l’esercizio.

Porta la gamba destra in avanti e piega entrambe le gambe, fino a formare un angolo di 90 gradi. Ginocchia e busto formano un un’unica linea retta e il ginocchio della gamba che va verso il pavimento non tocca terra. Risali e torna alla posizione di partenza, eseguendo lo stesso movimento con la gamba opposta.

L’affondo all’indietro viene eseguito come l’affondo in avanti: anziché portare la gamba destra in avanti, questa va portata indietro. L’esercizio va eseguito alternando le gambe.

Altra variante è l’affondo laterale, che prevede uno spostamento laterale con una gamba per volta, dapprima a destra e poi a sinistra. La gamba destra si porta tesa al lato e va a formare una linea retta con caviglia, ginocchia e bacino, mentre la gamba sinistra si piega.

Puoi intensificare il movimento utilizzando dei pesi.

PONTE PER GLUTEI: COME SI ESEGUE E VARIANTI

Il ponte per glutei va eseguito su un tappetino, con le gambe piegate e leggermente divaricate, i piedi perfettamente aderenti al suolo e le braccia rilassate lungo i fianchi.

esercizi anticellulite

Da questa posizione, alza il bacino verso l’alto e contrai i glutei una volta su, per poi scendere lentamente e ripetere il movimento. Fai attenzione affinché la schiena non sia curva e tieni l’addome contratto per proteggere la zona lombare.

Ancora, il ponte su glutei può essere eseguito su una gamba per volta, con elevazione dapprima della gamba destra e poi della sinistra verso l’alto.

Per intensificare il movimento, puoi utilizzare un elastico o un peso, da posizionare sulla pancia.

ELEVAZIONE LATERALE DELLE GAMBE: COME SI ESEGUE

Anche il quarto ed ultimo esercizio va eseguito a terra su un tappetino. Sdraiati sul fianco destro, con il braccio disteso al di sopra della testa, il capo poggiato sulla spalla e il palmo della mano sinistra poggiato a terra, davanti alla pancia.

Da qui eleva la gamba sinistra verso l’alto lentamente e poi riportala verso il basso. Al termine delle ripetizioni, rifai l’esercizio dal lato opposto.

Dovresti sentire il gluteo e l’interno coscia bruciare. Per intensificare il movimento, puoi ricorrere all’uso di cavigliere.

E INFINE, ANCHE CREME E MASSAGGI SONO ALLEATI ANTICELLULITE

É buona abitudine anche mantenere elastica e giovane la pelle: via libera alle creme (non fanno miracoli, ma aiutano a tenere idratata la pelle), soprattutto se unite ai massaggi.

I massaggi – idealmente – andrebbero praticati 2 volte a settimana, per almeno 20/30 minuti. Per aumentarne l’efficacia sarà ancora meglio eseguirli dopo aver fatto la doccia, ovvero quando la pelle è più ricettiva.

Il movimento del massaggio, infatti, favorisce il ritorno venoso e sarà bene eseguirli dal basso verso l’alto.

Con Fitprime puoi eseguire questi e tantissimi altri esercizi per tonificare tutte le zone affette da cellulite. Con un solo abbonamento e tanta costanza, ridurre la cellulite sarà molto più semplice.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: