Gestire i conflitti sul lavoro

Salute

Comunicazione e teamwork

Gestire i conflitti sul lavoro

di Claudia Cerini  - 

09/02/2024

' di lettura

Nell'ambito dinamico delle risorse umane, la capacità di gestire i conflitti sul lavoro è diventata imprescindibile. Infatti le giuste competenze nel gestire le divergenze diventano un tassello fondamentale per garantire un clima lavorativo coeso.

Per creare un ambiente di lavoro sano e collaborativo all’interno della tua azienda, approfondisci il nostro articolo. Ti offriamo i suggerimenti dei nostri esperti. In questo modo saprai gestire al meglio i conflitti tra le risorse della tua organizzazione e risolverli in modo produttivo.

1
La corretta gestione dei conflitti sul lavoro

Gestire i conflitti sul lavoro è una parte cruciale della funzione di risorse umane (HR) all'interno di un'organizzazione. Un HR efficace deve essere in grado di affrontare i conflitti in modo tempestivo e costruttivo. Noi di Fitprime siamo qui per fornirti utili suggerimenti. 

Prima di tutto ti consigliamo di promuovere all’interno della tua organizzazione una comunicazione aperta. Dunque favorisci un ambiente in cui i dipendenti si sentano a proprio agio nel parlare dei loro problemi. Può rivelarsi utile stabilire canali di comunicazione chiari e accessibili per segnalare i conflitti. Non può mancare l’ascolto attivo. Per comprendere a pieno la questione che ha generato il conflitto devi ascoltare attentamente le parti coinvolte. Evita giudizi precipitosi e cerca di comprendere i sentimenti e le preoccupazioni di ciascun dipendente.

Inoltre ti suggeriamo di mantenere una posizione neutrale e imparziale durante la risoluzione dei conflitti e di evitare di prendere parti. Concentrati sulla soluzione del problema. Assicurati che ci siano regole e politiche aziendali chiare per affrontare i conflitti. E’ fondamentale che i dipendenti ne siano a conoscenza. 

Se necessario, utilizza un mediatore neutrale per agevolare la comunicazione tra le parti. Infatti la mediazione può essere utile per risolvere dispute senza ricorrere a misure disciplinari. Offri formazione ai dipendenti e ai dirigenti sulla gestione dei conflitti e promuovi competenze di comunicazione efficaci, oltre che strategie di risoluzione dei conflitti.

2
La risoluzione dei problemi in azienda

Ti forniamo un esempio di conflitto sul lavoro, che genera un problema in azienda e necessita di una risoluzione. Immagina due dipendenti che lavorano sullo stesso progetto. Entrambi hanno opinioni contrastanti su come affrontare una sfida specifica. Uno di loro ritiene che la distribuzione delle responsabilità non sia equa e che alcuni membri del team stiano contribuendo meno degli altri. L’altro, invece, si sente escluso dalla comunicazione del team e ritiene che le informazioni rilevanti non vengano condivise con lui. Da questa situazione emerge che  due membri di uno stesso team hanno personalità molto diverse e ciò influenza negativamente la collaborazione e la produttività dell’intero gruppo.

Per affrontare questi conflitti in modo efficace, ciò di cui hai bisogno è un approccio attento, equo e basato sulla risoluzione dei problemi. In quanto HR svolgi all’interno della tua azienda un ruolo chiave nel facilitare questo processo e nel contribuire a creare un ambiente di lavoro sano e collaborativo. Prima di intervenire dovresti raccogliere informazioni dettagliate sul conflitto   . Ciò può includere conversazioni individuali con le parti coinvolte per capire le loro prospettive e ricevere eventuali documentazioni pertinenti.

Poi organizza una riunione privata con entrambe le parti per discutere del conflitto. Assicurati che l'ambiente sia neutrale e che tutti si sentano a loro agio. Durante la riunione, pratica l'ascolto attivo per capire completamente le ragioni di entrambe le parti. Evita di interrompere e cercare di mantenere una posizione neutrale. 

risoluzione problemi in azienda

Trova punti in comune tra le opinioni divergenti per stabilire una base di comprensione reciproca. Allo stesso tempo, identifica le differenze chiave che devono essere risolte. Ti suggeriamo di collaborare con le parti coinvolte per identificare opzioni di compromesso che possano soddisfare entrambe le parti. Questo potrebbe implicare la fusione di idee o l'adattamento di approcci per raggiungere un obiettivo comune.

Se possibile, sviluppa un piano d'azione per risolvere il conflitto. Ciò potrebbe includere la ridefinizione dei ruoli e delle responsabilità, la chiarezza sulle aspettative o la modifica delle procedure di lavoro. Dopo la risoluzione del conflitto, monitora la situazione e valuta regolarmente il progresso. Assicurati che le modifiche apportate stiano effettivamente migliorando la dinamica del team. 

Ricorda che la gestione efficace dei problemi richiede pazienza, empatia e competenze di comunicazione. L'obiettivo è trovare soluzioni che rispettino le esigenze di entrambe le parti e che contribuiscano al benessere complessivo del team e dell'organizzazione. Dunque la risoluzione dei problemi è un elemento chiave nella gestione delle operazioni aziendali e contribuisce a sviluppare una cultura organizzativa orientata al miglioramento continuo.

3
La giusta comunicazione lavorativa

La comunicazione efficace sul luogo di lavoro è essenziale per il successo di un'organizzazione. Si tratta di uno degli elementi chiave per poter risolvere i conflitti, ma anche poterli prevenire. Inoltre permette di migliorare la produttività, di creare un ambiente di lavoro positivo e facilitare il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Ci sono dei principi chiave da rispettare. Ecco per te un elenco esaustivo. 

  1. .Chiarezza e semplicità: comunica in modo chiaro ed evita linguaggio eccessivamente tecnico o ambiguo. Semplifica le informazioni quando possibile, mantenendo il messaggio essenziale
  2. .Ascolto attivo: sii un ascoltatore attivo. Presta attenzione e dimostra interesse quando gli altri parlano. Ripeti o riformula ciò che hai sentito per garantire che ci sia una comprensione reciproca
  3. .Osservare senza valutare: è importante imparare a separare l’osservazione dalla valutazione; non ci viene richiesto di non valutare/giudicare, sarebbe impossibile, ma di mantenere i due processi separati. Per esempio: “raramente fai quello che voglio (valutazione)/le ultime tre volte che ho proposto un’attività tu hai detto che non volevi farla(osservazione)”. Questa modalità permette di instaurare una comunicazione facilitante. 
  4. .Feedback costruttivo: fornisci feedback in modo tempestivo e costruttivo per migliorare le prestazioni e risolvere eventuali problemi. Fornisci dettagli specifici nel feedback per rendere chiare le tue osservazioni
  5. .Utilizzo dei canali appropriati: scegli il canale di comunicazione appropriato per il messaggio (e-mail, riunioni, chiamate, ecc.). Per questioni complesse o sensibili, opta per un colloquio faccia a faccia per evitare eventuali malintesi
comunicazione lavorativa
  1. .Coerenza: assicurati che il messaggio sia coerente tra diversi canali e tra i vari livelli organizzativi. Ricorda che la comunicazione dovrebbe riflettere i valori e la cultura dell'azienda
  2. .Trasparenza: fornisci informazioni in modo trasparente e rendile facilmente accessibili a tutti i dipendenti. Incentiva un ambiente di comunicazione aperta in cui i dipendenti si sentano liberi di esprimere opinioni e preoccupazioni
  3. .Adattabilità: adatta il tuo stile di comunicazione al pubblico. Ciò può includere la scelta di un linguaggio appropriato e la considerazione delle diverse preferenze di comunicazione. Comunica in modo chiaro ciò che ci si aspetta da ciascun individuo o team
  4. .Gestione delle aspettative: assicurati che le persone siano chiare sui loro ruoli e responsabilità per evitare confusioni. Comunica in modo chiaro ciò che ci si aspetta da ciascun individuo o team
  5. .Empatia: sii consapevole dei sentimenti degli altri e considera come il tuo messaggio potrebbe essere percepito. Quando necessario, usa una comunicazione compassionevole per gestire situazioni sensibili
  6. .Agilità nella comunicazione: Sii flessibile e adattati alle diverse situazioni. La capacità di adattarsi alle esigenze della situazione è fondamentale per la comunicazione efficace.

Come puoi vedere coltivare una cultura di comunicazione aperta, chiara ed empatica contribuirà a creare un ambiente di lavoro positivo e migliorare la collaborazione tra i membri del tuo team.

autore

Claudia Cerini