Introduzione al Wellbeing Aziendale: Significato e Importanza

welfare

wellbeing

Introduzione al Wellbeing Aziendale: Significato e Importanza

di Chiara Buongiorno  - 

22/11/2023

' di lettura

Il Wellbeing aziendale è diventato una necessità per tutte quelle imprese che vogliono prendersi cura della salute mentale, fisica ed emotiva dei dipendenti e riuscire a garantire la sostenibilità a lungo termine della propria organizzazione. Infatti ricordiamo che benessere del dipendente è sinonimo di maggiore produttività e motivazione. 

Dunque il Wellbeing aziendale ha un’importanza primaria: se si caratterizza come una componente fondamentale della cultura aziendale, diventa un fattore di successo nell'ambito della competitività d’impresa. 

In questo articolo esploriamo il significato profondo di Wellbeing aziendale e la sua importanza nel contesto moderno delle imprese. Inoltre approfondiamo anche il significato del termine Welfare e dell'espressione Corporate. 

1
Il Wellbeing

Possiamo definire il Wellbeing come la nuova frontiera del benessere aziendale. Ma cosa si intende quando si parla di wellbeing? Vediamolo insieme. Ci si riferisce a un senso di soddisfazione generale, che investe diversi ambiti della vita di una persona, nel nostro caso specifico, di un dipendente. Infatti è un concetto multidimensionale che tiene conto della salute fisica e mentale, delle relazioni sociali, della felicità, della realizzazione personale e lavorativa di un individuo. Dunque si tratta di uno stato di benessere diffuso, grazie al quale il dipendente si sente in armonia con se stesso e con l’ambiente circostante, che sia quello interno o quello esterno rispetto al luogo di lavoro. Un elevato livello di benessere complessivo si può raggiungere quando i vari aspetti legati alla vita di un individuo sono tra di loro in perfetto equilibrio. 

Proprio per questo un’azienda, che vuole puntare al successo, non può dimenticare di avere un approccio human centric, ovvero riuscire a porre al centro della propria organizzazione le sue risorse. Ogni lavoratore deve essere considerato come una persona, caratterizzata da esigenze specifiche. 

Esistono una serie di iniziative che un’impresa può mettere in atto per occuparsi del Wellbeing dei propri dipendenti: 

  1. .Offrire un sostegno per la salute fisica: riguarda la buona salute del corpo, compreso il mantenimento di un peso corporeo sano, una dieta equilibrata, l’esercizio fisico regolare e il riposo sufficiente
  2. .Offrire un sostegno per la salute mentale e emotiva: riguarda la gestione dello stress, la resilienza emotiva, la consapevolezza di sé, la capacità di affrontare le sfide e la ricerca di un equilibrio tra mente e cuore 
  3. .Offrire la possibilità di crescere dal punto di vista professionale e personale: riguarda lo sviluppo delle abilità e dei talenti dei dipendenti e il loro senso di realizzazione nella vita. Infatti conoscere il proprio scopo e avere la sensazione di poter contribuire a qualcosa di più grande sono elementi essenziali per il Wellbeing
  4. .Offrire un ambiente di lavoro sereno e piacevole: riguarda soprattutto la possibilità di instaurare relazioni sociali positive e appaganti. Ciò include una comunicazione efficace all’interno dell’organizzazione e la presenza di empatia tra colleghi. Inoltre può riguardare anche l’accesso all’aria pulita, all’acqua potabile, a spazi verdi e a un ambiente di lavoro sicuro
  5. .Offrire un benessere finanziario: garantire ai dipendenti una sicurezza economica evita che possano vivere ulteriori forme di stress

Per migliorare in modo concreto il benessere delle proprie risorse, un’azienda deve prima di tutto coinvolgerle. Un’idea può essere quella di incontrare ogni singolo dipendente al fine di comprendere, all’interno dell’organizzazione, quali miglioramenti siano necessari. In questo modo si può scoprire che alcuni di essi sono realmente soddisfatti del loro inquadramento, altri sono più ambiziosi e desiderano fare carriera e altri ancora vogliono migliorare la propria situazione retributiva. Dunque risulta necessario assecondare le esigenze di ogni singola risorsa. Così facendo aumenta il livello di motivazione delle risorse, mentre l’azienda beneficia di minori richieste di dimissioni e di un aumento della produttività. 

welfare significato

Se un’azienda vuole prendersi cura del Wellbeing dei propri dipendenti, può anche offrire loro incentivi per incoraggiare l’attività fisica. Ad esempio: sconti per le palestre o lezioni di fitness in azienda. Un’idea può essere anche quella di organizzare eventi sportivi che promuovano uno stile di vita sano. Inoltre l’impresa può fornire servizi di consulenza con professionisti della salute mentale e corsi di gestione dello stress. Consentire ai propri dipendenti di avere flessibilità nell’orario di lavoro, o di lavorare da casa quando possibile, contribuisce a ridurre lo stress legato agli spostamenti. Ciò aiuta a creare un equilibrio tra vita privata e vita professionale, ciò che in fondo si rivela essere l’obiettivo principe del Wellbeing. 

Dunque una cultura d’impresa incentrata sul concetto di Wellbeing aziendale comporta tutta una serie di vantaggi: 

  1. .Aumento della produttività delle risorse
  2. .Migliore salute fisica ed emotiva tra i dipendenti
  3. .Facilità nel reclutare i talenti
  4. .Riduzione dei tassi di turnover e assenteismo
2
Welfare: il vero significato

Il vero significato di Welfare aziendale è: l’insieme di tutte le iniziative e i programmi messi in atto da un’impresa al fine di migliorare la qualità di vita delle proprie risorse. In altre parole potremmo parlare del modo che ha un’organizzazione di prendersi cura del benessere dei dipendenti. Ciò può essere fatto attraverso l’offerta di Benefit e piani di Welfare, che vanno oltre la semplice retribuzione economica, ovvero oltre il semplice stipendio base. 

Il concetto di Welfare è strettamente legato a quello di Wellbeing. Infatti per le imprese, le politiche di Welfare aziendale sono lo strumento più adatto per favorire alle proprie risorse il giusto equilibrio tra la vita privata e la vita lavorativa. 

Il Welfare aziendale si traduce in un vero e proprio risparmio fiscale. Entriamo più nel dettaglio. Le spese sostenute dalle imprese per la realizzazione dei programmi di Welfare, come ad esempio l’offerta di servizi di assistenza sanitaria o programmi di formazione, sono deducibili dal reddito imponibile e dunque riducono l’ammontare delle tasse che devono essere pagate. Mentre, in alcuni casi, come ad esempio i buoni pasto, i voucher per l’assistenza all’infanzia o i contributi per l’assicurazione sanitaria aziendale, possono essere erogati ai dipendenti in modo agevolato. Così facendo riducono il loro imponibile fiscale. I programmi di welfare aziendale possono includere agevolazioni per l'istruzione dei figli dei dipendenti, come sconti sulle tasse universitarie.

Ricordiamo anche che alcune forme di Welfare, come i contributi per il fondo pensionistico, possono essere esenti dai contributi sociali a carico delle aziende, riducendo i costi complessivi. 

Il Welfare aziendale aiuta anche in ottica di employee retention, ovvero trattenere le risorse già presenti all’interno dell’organizzazione. 

corporate significato

8 storie che raccontano come investire con successo nel benessere aziendale. SCARICA I CASE STUDY

3
Corporate: il vero significato 

La comprensione del vero significato del termine Corporate è fondamentale per gestire con successo un’organizzazione. In ambito aziendale, tale espressione si riferisce a una serie di aspetti e dimensioni legati alla gestione e all’immagine di un’azienda. Assume diversi significati in base al contesto in cui viene utilizzato. Vediamoli insieme: 

  1. .Corporate Governance: Si riferisce alle pratiche e alle strutture di gestione e controllo all'interno di un'azienda. Questo include la definizione dei ruoli e delle responsabilità dei dirigenti aziendali, dei consiglieri di amministrazione e degli azionisti, al fine di garantire una gestione efficace e trasparente dell'azienda.
  2. .Corporate Culture: Indica il sistema di valori, le norme comportamentali e l'etica che caratterizzano un'azienda. La cultura aziendale influenza il modo in cui i dipendenti si comportano, lavorano insieme e si identificano con l'azienda stessa.
  3. .Corporate Identity: Rappresenta l'immagine e l'identità visiva di un'azienda, inclusi il logo, il nome, i colori e il design dei materiali di marketing. L'identità aziendale è fondamentale per la creazione di un'immagine riconoscibile e coerente.
  4. .Corporate Strategy: Indica la pianificazione e l'approccio strategico di un'azienda per raggiungere i suoi obiettivi aziendali a lungo termine. Questo può includere decisioni relative a mercati target, sviluppo di prodotti, acquisizioni e partnership.
  5. .Corporate Finance: Si riferisce alle attività finanziarie di un'azienda, tra cui la raccolta di capitali, la gestione delle risorse finanziarie e la valutazione degli investimenti.
  6. .Corporate Branding: Riguarda la creazione e la gestione dell'immagine di marca di un'azienda attraverso campagne di marketing e comunicazione. Il corporate branding mira a costruire una reputazione positiva e a creare un legame emotivo con i clienti.
  7. .Corporate Communication: Indica le pratiche di comunicazione interne ed esterne di un'azienda, comprese le strategie di comunicazione con i dipendenti, i clienti, gli investitori e il pubblico in generale.

WELLBEING IN AZIENDA

Leggi come 8 aziende hanno investito con successo nel benessere dei dipendenti

autore

Chiara Buongiorno