Peso ideale uomo e donna: qual è e come calcolarlo

peso ideale uomo e donna

Peso ideale uomo e donna: qual è e come calcolarlo

Ogni volta che ci guardiamo allo specchio notiamo subito quali sono i nostri tratti distintivi: forma del viso, colore degli occhi, tipo di capelli, curve del corpo, tipo di ossatura. La maggior parte di questi tratti distintivi non ha solo valore estetico ma incide anche sul calcolo del peso ideale.

Ma come si calcola il peso ideale per un uomo? E che differenze ci sono con il calcolo del peso ideale per una donna? Qual è l’intervallo di massa grassa migliore per essere in condizioni di normopeso?

L’articolo offre una panoramica approfondita sul calcolo dell’indice di massa corporea e sui fattori che lo influenzano.

DIFFERENZA TRA PESO IDEALE, PESO FORMA E PESO OTTIMALE

Esistono varie tipologie di peso a cui possiamo far riferimento in questa sede. Vediamole nel dettaglio.

Il peso ideale corrisponde al peso accettato dai medici, ossia quello che consente di vivere in salute e il più a lungo possibile. È un dato sempre oggettivo proprio perché tiene conto della corporatura, dell’altezza, della massa magra (parte del corpo senza grasso) e della massa grassa (parte del corpo costituita da grasso).

peso ideale uomo e donna

Il peso forma di una persona può essere definito, invece, come il peso capace di conferire la sensazione di benessere fisico e di pienezza vitale, assicurando una maggiore salute ed un minore rischio di morbilità e mortalità per patologie correlate al peso come l’ipertensione, l’aterosclerosi, il diabete mellito di tipo II, ma anche malattie connesse all’eccessiva magrezza e deperimento fisico. A differenza del primo, questo è un dato soggettivo. 

Quando si parla di peso ideale legato all’attività sportiva, questo prende il nome di peso ottimale. Chiariamo il tutto con un esempio: tra un maratoneta ed un lottatore di sumo che condividono la stessa altezza, il primo dovrà avere un peso ottimale il più basso possibile per percorrere al meglio i km previsti, mentre il secondo il più alto possibile per contrastare al meglio l’avversario.

IL RUOLO DEL BMI (BODY MASS INDEX)

L’Indice di Massa Corporea è il parametro grazie al quale si può verificare se il proprio peso è compreso nella norma mettendo in relazione peso ed altezza di un individuo.

In generale – per avere una prima stima veloce e pressoché approssimativa del peso forma – si può ricorrere all’uso della seguente formula:

BMI = p/h²

dove P = peso corporeo espresso in kg e h = altezza in cm

Prendiamo, ad esempio, un soggetto con un’altezza corrispondente ad 1 metro ed 50 cm ed un peso pari ad 55 kg. Un primo peso sarà dunque: 

BMI = 55 / 1,50² = 24,44

che corrisponde ad una situazione di normopeso.

peso ideale

Per quanto diffuso, l’IMC è però soggetto ad alcune limitazioni, soprattutto quando usato per atleti con un’elevata percentuale di massa muscolare.

Per calcolare al meglio il peso ideale uomo o donna è importante saper incrociare differenti dati: età, sesso, altezza, costituzione nonché il peso attuale.

Tale confronto avviene attraverso l’uso di formule matematiche che sono frutto di molteplici studi condotti, nel tempo, su numerosi soggetti (sia uomini che donne).

CALCOLO DEL PESO IDEALE

I metodi cui possiamo ricorrere per il calcolo del peso ideale sono molti. Abbiamo già specificato come le nostre caratteristiche personali incidano fortemente sul peso ideale. Dunque, ricordiamo che elementi come il sesso, l’età, altezza, la corporatura sono fondamentali per eseguire il calcolo nel modo corretto.

Anche in questo caso possiamo ricorrere ad un altro tipo di indice, l’IMC Ideale. Possiamo partire dall’assunto secondo il quale si ritiene che l’Indice di Massa Corporea Ideale sia 22 kg/m2 (circa il valore medio tra i due limiti del normopeso).

peso ideale

Per calcolare il peso ideale della formula si moltiplica il quadrato della statura per 22 (P = h2 22), mentre per calcolare i limiti di accettabilità si moltiplica il quadrato della statura per 18,5 e per 25.

Ad esempio, il peso ideale di un individuo alto 1,80 metri è 71,28 kg (3,24 22), mentre i limiti entro i quali il peso è accettabile sono 59,94 kg (3,24 18,5) e 81 kg (3,24 25).

Ribadiamo ancora una volta che l’IMC non permette di distinguere tra sovrappeso causato da accumulo di grasso in eccesso (sovrappeso o obesità) o da un maggior sviluppo della massa muscolare, come si riscontra in molti atleti.

QUAL É IL PESO IDEALE DONNA?

Ci sono delle differenze sostanziali nel calcolo del peso ideale di una donna poiché la struttura fisica e la composizione corporea di quest’ultima, sono diverse da quelle di un uomo.

Le differenze più importanti riguardano la massa grassa e la massa muscolare. Per la prima, la percentuale posseduta solitamente da una donna corrisponde al 25%. Per la seconda, questa si concentra maggiormente sulla parte inferiore del corpo.

Avere molta massa magra ha tanti benefici: più forza, rischio ridotto di avere infortuni e supporto per alla colonna vertebrale e alle articolazioni, che con il passare del tempo tendono a deteriorarsi. L’Istituto Nazionale della Salute conferma in uno studio che dai 40 ai 50 anni la forza muscolare diminuisce tra il 16.60% e il 40.9%.

Soprattutto nelle donne, il grasso corporeo è  di supporto agli organi riproduttivi ed è un fondamentale per supportare la regolarità  del ciclo mestruale. Dunque essere eccessivamente magri o avere una bassa percentuale di grasso corporeo non è sempre sinonimo di salute.

peso ideale donna, schema massa grassa

Un altro elemento da considerare è quello rappresentato dalla corporatura. Anche qui, come negli uomini, possiamo distinguere tre diverse tipologie di corporatura, ossia:

  • longilinea, dunque con ossatura piccola o leggera, corrispondente a più di 10,9 cm;
  •  normolinea, dunque con ossatura media compresa tra 9,9 e 10,9 cm;
  •  brevilinea, dunque con ossatura grossa o pesante, corrispondente a meno di 9,9 cm.

Il calcolo della morfologia corrisponde al rapporto tra statura (espressa in cm) e circonferenza del polso (espressa in cm). 

Sempre per fare un esempio pratico utilizzando la formula di Lorenz:

Peso ideale donna = altezza in cm – 100 – (altezza in cm – 150)/2)

Il peso forma per una donna alta 1.70 è pari a

PF= 170 – 100 – [(170-150)/2] = 60,0 kg

QUAL É IL PESO IDEALE UOMO?

Per stabilire qual è il peso ideale per un uomo dobbiamo guardare tre parametri: massa grassa, massa magra e corporatura.

In relazione alla massa grassa (che corrisponde alle cellule adipose), la percentuale presente negli uomini è solitamente pari al 15%, ma questo valore dipende soprattutto dall’età.

peso ideale uomo, schema massa grassa

Per meglio comprendere invece la tipologia di corporatura a cui si appartiene è necessario misurare la circonferenza del polso destro, posizionando il metro alla base del polso.

In base a questo risultato, possiamo distinguere la corporatura in tre diverse tipologie:

  1. longilinea, ossia con ossatura piccola o leggera corrispondente a più di 10,4 cm;
  2.  normolinea, ossia con ossatura media, compreso tra 9,6 e 10,4 cm;
  3.  brevilinea, ossia con ossatura grossa o pesante, corrispondente ameno di 9,6 cm.

La morfologia – lo ricordiamo – è uguale al rapporto tra la statura (espressa in cm) e la circonferenza del polso (espressa in cm). Per sapere a quale tipo appartieni confronta il dato che hai ottenuto, con quanto scritto nell’elenco sopra riportato.

Se, ad esempio, cerchi di capire qual è il peso ideale per un uomo alto 1.80 puoi applicare, tra le tante formule, quella di Lorenz che prende in considerazione solo l’altezza:

Peso ideale uomo = altezza in cm – 100 – (altezza in cm – 150)/4

Nell’esempio preso in considerazione, il peso forma corrisponde quindi a 

PI = 180 – 100 – [(180 – 150)/4] = 72,5 kg

peso ideale uomo

IN CONCLUSIONE…

Sapere qual è il peso ideale uomo e donna è una questione di salute più che di vanità.

L’IMC ci offre già la possibilità di ottenere una stima di tale parametro –  seppur non precisa al 100% – che può fornirci delle informazioni indicative sul nostro stato di salute. Ad ogni modo, è necessario ricordarsi che per star bene è opportuno seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, accompagnata da un esercizio fisico costante.

Naturalmente, in condizioni di sovrappeso o obesità, il nostro consiglio è sempre quello di richiedere il parere di un medico, che potrà seguire il caso specifico in base alle peculiarità. Ma se non hai particolari esigenze e il tuo obiettivo è quello di tenerti solo in forma, puoi richiedere comodamente online un piano alimentare personalizzato. Quest’ultimo, della durata di 4 settimane, sarà formulato su misura per te dal nostro team di nutrizionisti esperti, che lo creeranno sulla base delle tue esigenze e peculiarità.

Ancora, abbinare alla tua dieta la giusta attività fisica è fondamentale per poter lavorare sulla massa muscolare e ridurre così l’eventuale massa grassa in eccesso.

Per allenarsi senza rinunce e variare liberamente, alternando diverse attività, puoi provare Fitprime. Scegli il piano che più fa per te e rimettiti in forma quando e dove vuoi, in migliaia di palestre sparse per l’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: