Strategie efficaci per  promuovere il Wellbeing in azienda

welfare

wellbeing

Strategie efficaci per promuovere il Wellbeing in azienda

di Chiara Buongiorno  - 

03/01/2024

' di lettura

La promozione del Wellbeing aziendale non è più una scelta, ma una necessità. Lo hanno capito bene tutte le organizzazioni che pongono al centro del loro operato il benessere dei dipendenti in senso olistico. 

Con il termine Wellbeing si fa riferimento al benessere inteso a 360 gradi. L’espressione tiene conto della sfera fisica, mentale, emotiva e professionale delle risorse di un’azienda. 

In questo articolo esploreremo strategie efficaci per promuovere il Wellbeing in azienda, rivelando come una forza lavoro sana e felice possa contribuire al successo a lungo termine di un'organizzazione. Inoltre approfondiremo l’importanza del benessere aziendale e ti forniamo qualche idea per strategie di Wellbeing realmente efficaci. 

1
Il Wellbeing 

La traduzione del termine Wellbeing si riferisce a un concetto di benessere totale, inteso dal punto di vista fisico, mentale e emotivo. Traslato nel mondo d’impresa, tale concetto rientra a pieno titolo nelle politiche di Welfare aziendale. Infatti con l’espressione Wellbeing aziendale si intendono le attività e le pratiche svolte da un’organizzazione per prendersi cura del benessere delle proprie risorse, un elemento chiave per il successo e la sostenibilità di un’azienda. 

Secondo l’Organizzazione mondiale del lavoro (ILO), adattare politiche di Wellbeing aziendale contribuisce a migliorare la produttività dei dipendenti di un’impresa. Infatti la qualità di vita di un lavoratore influisce in modo diretto sulla motivazione che esso impiega nello svolgimento delle proprie attività professionali. Ricordiamo che il luogo di lavoro rappresenta lo spazio nel quale una persona trascorre la maggior parte della giornata. Un ambiente sano e ben organizzato garantisce minore stress, oltre che una riduzione delle probabilità di infortunio. 

Esistono una serie di iniziative che un’impresa può mettere in atto per occuparsi del Wellbeing dei propri dipendenti: 

  1. .Offrire un sostegno per la salute fisica: riguarda la buona salute del corpo, compreso il mantenimento di un peso corporeo sano, una dieta equilibrata, l’esercizio fisico regolare e il riposo sufficiente
  2. .Offrire un sostegno per la salute mentale e emotiva: riguarda la gestione dello stress, la resilienza emotiva, la consapevolezza di sé, la capacità di affrontare le sfide e la ricerca di un equilibrio tra mente e cuore 
  3. .Offrire la possibilità di crescere dal punto di vista professionale e personale: riguarda lo sviluppo delle abilità e dei talenti dei dipendenti e il loro senso di realizzazione nella vita. Infatti conoscere il proprio scopo e avere la sensazione di poter contribuire a qualcosa di più grande sono elementi essenziali per il Wellbeing
  4. .Offrire un ambiente di lavoro sereno e piacevole: riguarda soprattutto la possibilità di instaurare relazioni sociali positive e appaganti. Ciò include una comunicazione efficace all’interno dell’organizzazione e la presenza di empatia tra colleghi. Inoltre può riguardare anche l’accesso all’aria pulita, all’acqua potabile, a spazi verdi e a un ambiente di lavoro sicuro
  5. .Offrire un benessere finanziario: garantire ai dipendenti una sicurezza economica evita che possano vivere ulteriori forme di stress
benessere aziendale

Una cultura d’impresa incentrata sul concetto di Wellbeing aziendale comporta tutta una serie di vantaggi: 

  1. .Aumento della produttività delle risorse
  2. .Migliore salute fisica ed emotiva tra i dipendenti
  3. .Facilità nel reclutare i talenti
  4. .Riduzione dei tassi di turnover e assenteismo
2
L’importanza del benessere aziendale

Come abbiamo visto il benessere aziendale deve coinvolgere la sfera fisica, mentale e emotiva del dipendente. In tal senso le iniziative intraprese da un’impresa hanno l’obiettivo di rendere la risorsa motivata e coinvolta nelle attività da lei svolte. Proprio per questo sono sempre di più le organizzazioni che adottano un approccio human centric, ovvero pongono al centro dell’attenzione la propria popolazione aziendale. In altre parole, considerano i singoli lavoratori come persone, le quali, oltre alle proprie capacità e abilità professionali, sono caratterizzate da una serie di bisogni e esigenze. 

Le aziende, per garantire il benessere aziendale, devono essere in grado di offrire ai propri dipendenti il giusto equilibrio tra la vita lavorativa e la vita privata. 

Vediamo insieme come poter riuscire in tale intento e quali sono i vantaggi verso cui si va incontro:  

  1. .Migliorare la salute dei dipendenti: dipendenti più sani sono meno propensi a prendere un congedo per malattia, quindi si riduce l’assenteismo e migliora il tasso di produttività
  2. .Aumentare la soddisfazione dei dipendenti: i dipendenti che si sentono apprezzati e supportati tendono ad essere più soddisfatti del loro lavoro. Un alto livello di soddisfazione dei dipendenti può portare a una maggiore fedeltà all'azienda e alla riduzione del turnover
  3. .Migliorare la produttività: un ambiente di lavoro positivo e motivante può stimolare l'entusiasmo e l'impegno dei dipendenti
  4. .Attrarre e trattenere i migliori talenti: le persone sono più propense a cercare e rimanere in aziende che si prendono cura del loro benessere
  5. .Migliorare la cultura aziendale: un'attenzione al benessere dei dipendenti contribuisce a creare una cultura aziendale positiva, basata sulla fiducia, il rispetto e il sostegno reciproco
  6. .Aumentare la resilienza dell’azienda: Le aziende che promuovono il benessere aziendale tendono a essere più resilienti di fronte a sfide esterne come cambiamenti economici o crisi. I dipendenti che si sentono sostenuti sono più disposti a lavorare insieme per superare le difficoltà
  7. .Migliorare la reputazione aziendale: Le aziende che investono nel benessere dei dipendenti spesso godono di una migliore reputazione nell'opinione pubblica. Questo può essere un vantaggio competitivo nell'attirare clienti, investitori e partner commerciali

8 storie che raccontano come investire con successo nel benessere aziendale. SCARICA I CASE STUDY

Per migliorare in modo concreto il Wellbeing delle proprie risorse, un’azienda deve prima di tutto coinvolgerle. Un’idea può essere quella di incontrare ogni singolo dipendente al fine di comprendere, all’interno dell’organizzazione, quali miglioramenti siano necessari. In questo modo si può scoprire che alcuni di essi sono realmente soddisfatti del loro inquadramento, altri sono più ambiziosi e desiderano fare carriera e altri ancora vogliono migliorare la propria situazione retributiva. Dunque risulta necessario assecondare le esigenze di ogni singola risorsa. Il Wellbeing aziendale è importante perché rappresenta un investimento strategico per il successo a lungo termine di un'azienda.

strategie wellbeing
3
Strategie di Wellbeing efficaci

Le strategie di Wellbeing efficaci sono quelle che partono da un approccio di tipo olistico. Si tratta di un metodo innovativo che punta, per ciascun dipendente, al raggiungimento di un benessere a 360 gradi, comprendente la sfera fisica, mentale, emotiva e professionale. 

Tra le varie strategie chiave di Wellbeing che un’impresa può mettere in atto per raggiungere più facilmente i propri obiettivi, è fondamentale che vi sia la promozione di uno stile di vita sano. A tal proposito, si possono offrire programmi di fitness e fornire incentivi per praticare l’attività fisica. Inoltre si può incoraggiare un’alimentazione sana attraverso opzioni di cibo salutari e programmi di educazione nutrizionale. Un’idea ulteriore è quella di organizzare controlli medici periodici o campagne di prevenzione. Può risultare utile organizzare eventi e attività di gruppo che promuovano la salute e il benessere, come sessioni di yoga, meditazione o corsi di mindfulness. Ma anche fornire informazioni e risorse sulla salute attraverso intranet aziendali o newsletter.

Risulta fondamentale insistere sulla promozione di una cultura aziendale incentrata sul benessere mentale. Per prendersi cura del Wellbeing dei dipendenti dal punto di vista mentale ed emotivo, le aziende possono offrire alle proprie risorse un supporto psicologico, come ad esempio servizi di consulenza o programmi di gestione dello stress. Ciò può essere realizzato mediante la creazione di un ambiente di lavoro aperto al dialogo. Offrire politiche di congedo malattia che includano giorni per la salute mentale è un altro passo in avanti in tal senso. 

Come abbiamo visto il concetto di Wellbeing aziendale sottintende quello di equilibrio tra vita professionale e vita privata. Per garantire ai dipendenti il giusto Work-life balance, le imprese possono implementare il lavoro da remoto o orari di lavoro flessibili. La loro cultura aziendale deve promuovere l’importanza del tempo libero e prevedere la garanzia di un congedo retribuito. Un consiglio è quello di incentivare i manager a sostenere un equilibrio tra lavoro e vita personale per i loro dipendenti.

Tra le altre strategie efficaci per promuovere il Wellbeing in azienda ricordiamo anche l’offerta rivolta alle risorse di programmi di formazione e di sviluppo, tra cui corsi, workshop e programmi di mentoring. Non può mancare poi la promozione di un avanzamento di carriera attraverso piani di crescita e opportunità di promozione interne. Per fare ciò è importante riuscire a creare 

un ambiente in cui i dipendenti si sentano stimolati e impegnati nel loro lavoro. Infatti è fondamentale stimolare una cultura aziendale basata sulla fiducia, la comunicazione aperta e il rispetto reciproco. L’impresa deve essere caratterizzata dalla capacità di valorizzare, riconoscere e apprezzare i dipendenti per il loro lavoro.

Le strategie di Wellbeing possono includere anche pacchetti di benefit competitivi, che prevedano ad esempio l’assicurazione sanitaria, piani pensionistici e incentivi finanziari. Infatti si può anche considerare l'implementazione di programmi di benessere finanziario per aiutare i dipendenti a gestire le loro finanze.

Per valutare l’efficacia delle strategie di Wellbeing aziendale adottate, è utile raccogliere in modo costante il feedback dei dipendenti. 

WELLBEING IN AZIENDA

Leggi come 8 aziende hanno investito con successo nel benessere dei dipendenti

autore

Chiara Buongiorno