Quanti tipi di yoga conosci? Trova quello giusto per te!

tipi di yoga

Quanti tipi di yoga conosci? Trova quello giusto per te!

C’è chi parla di Hatha Yoga, chi parla di Vinyasa Yoga, chi di Kundalini Yoga, facendo a gara per ottenere il primato sul nome più difficile da pronunciare. Esistono molteplici tipi di yoga e noi siamo qui per elencarti varietà e benefici associati ad ognuno di essi.

Capire quale tipo di yoga scegliere non è così facile come potrebbe sembrare, perché sebbene abbiano in comune alcuni tratti caratterizzanti, questi si focalizzano su zone del corpo differenti.

Le origini dello Yoga e altre curiosità

Se hai deciso di prendere lezioni di yoga, qui trovi qualche informazione generica che potrebbe interessarti su questa pratica quasi antica quanto il mondo.

Lo yoga è una disciplina inventata migliaia di anni fa per ottenere la salvezza spirituale principalmente attraverso la meditazione e l’ascetismo. La filosofia che si trova alla base dello yoga, la filosofia ayurvedica, si concentra sull’adozione di un ben preciso stile di vita unito ad una dieta particolare. Sebbene lo yoga moderno inglobi in parte le sue caratteristiche originali, nell’accezione corrente è inteso come un insieme di attività basate sulla ricerca dell’equilibrio tra corpo e mente, più che sulla salvezza spirituale. Questo equilibrio è raggiungibile attraverso la combinazione di ginnastica, meditazione, rilassamento e respirazione.

Sapevi che lo yoga è tanto amato da aver addirittura una giornata in suo onore? Sembra infatti che il 21 giugno sia stato ribattezzato “Yoga Day”, a seguito dell’iniziativa intrapresa dal premier indiano Narendra Modi per la diffusione dello yoga come pratica del benessere e del progresso a livello globale.

Lo yoga è tanto amato perché è in grado di apportare tantissimi benefici sia sul corpo che sulla mente. In particolare, ecco alcuni benefici che puoi ottenere grazie allo yoga:

  1. Miglioramento della postura
  2. Miglioramento della gestione emotiva e degli stati d’ansia, grazie alle tecniche dimeditazione e rilassamento
  3. Maggiore controllo e conoscenza dell’attività di respirazione
  4. Riavvicinamento a sé stessi grazie all’attività di meditazione
  5. Miglioramento della resistenza, della flessibilità e dell’elasticità del corpo

Yoga: tipologie a confronto

Kundalini Yoga

Partiamo dal Kundalini Yoga . Questa prima variante racchiude un mix di tecniche di respirazione di tipo dinamico, tecniche di meditazione e movimento. Si presenta come la variante ideale per chi desidera conoscere appieno il proprio corpo e la propria mente, poiché è pensato per stimolare al meglio chakra (quindi energia), sistema nervoso e sistema ghiandolare.

Bikram Yoga

Questo tipo di yoga viene effettuato secondo una modalità particolare strutturata in funzione di tre obiettivi precisi: allungare il corpo, rilassarsi per alleviare lo stress, curare dolori cronici che colpiscono i muscoli e lo scheletro. La lezione di Birkam Yoga deve essere effettuata in una stanza calda per meglio favorire lo scioglimento dei muscoli. Dalla durata di ben 90 minuti, questa variante prevede l’assunzione di 26 posizioni le quali saranno affiancate da alcuni esercizi di respirazione.

Hatha Yoga

Se hai appena deciso di prendere lezioni di yoga, potrebbe interessarti questa variante che, per la sua semplicità, è perfetta per coloro che sono alle prime armi. L’ Hatha Yoga è composto da alcune posizioni (asana) semplici e basilari dello yoga. Queste devono essere eseguite lentamente e con calma, concentrando l’attenzione sulle tecniche di meditazione, di respirazione e rilassamento.

Anusara Yoga

Punto focale dell’ Anusara Yoga è un approccio positivo alla vita realizzabile attraverso il raggiungimento dell’equilibrio interiore e l’allineamento tra la mente e il corpo. Le zone principali coinvolte in questa variante sono quella pelvica, quella cardiaca ed il prolabio (ossia la parte che trovi al di sopra della tua bocca).

Yoga Iyengar

Come accade per l’Hatha Yoga, anche per lo Yoga Iyengar le posizioni eseguite sono quelle tradizionali. Ciò che rende differente questa versione è la metodologia che viene seguita per l’assunzione delle posizioni. In particolare, si caratterizza per la selezione di posizioni che possono provocare minori “lesioni” alla muscolatura e alle ossa.

Yin Yoga

Tra i tipi di yoga che potresti praticare, se ne ricerchi uno che predilige un ritmo molto lento, allora lo Yin Yoga fa al caso tuo. Prevede che i movimenti siano lenti e che siano accompagnati da lunghi respiri profondi. Lo Yin Yoga è consigliato soprattutto per chi vuole rilassarsi e vuole ridurre lo stress, focalizzandosi prevalentemente sulla respirazione nonché sull’ascolto del corpo e dei chakra.

Vinyasa Yoga

Paragonato ad una lezione di danza, il Vinyasa Yoga prevede che i movimenti siano sincronizzati con il respiro, passando da una posizione all’altra in maniera ritmica e lenta.

Power Yoga

Se ti stai chiedendo se esistono tipi di yoga per dimagrire, la risposta è sì. Uno di questi è proprio il Power Yoga. Questa variante si ispira all’Ashtanga, ma a differenza degli altri tipi di yoga propone movimenti più veloci ed aerobici. Si presta come la disciplina ideale per chi vuole aumentare la propria forza.

Sivananda Yoga

Partendo dal solito obiettivo di equilibrare mente e corpo, il Sivananda Yoga rientra tra i tipi di yoga più strutturati. La lezione è basata sulla ripetizione di 12 posizioni nello stesso ed identico modo, per favorire una migliore esecuzione del movimento ed un maggiore benessere sia fisico che mentale.

Ora che sai quali sono i tipi di yoga che potresti praticare, ti basta solo scaricare Fitprime, selezionare la variante che credi sia la migliore per te, recarti nel centro che la pratica ed iniziare la tua sessione di completo relax e benessere. E se capisci che lo yoga non fa per te, sappi che con un solo piano puoi cambiare attività in qualsiasi momento!

Scarica gratuitamente l’app. Se non sei ancora abbonato, il primo ingresso è offerto da Fitprime.
Scopri subito come fare!